Scopri il
nostro
Blog

Tutti gli articoli con i preziosi consigli di Nomasvello


Depilazione permanente, pulizia viso, cura della pelle del viso e del corpo e tanto altro ancora: sono gli argomenti che troverete negli articoli del blog di Nomasvello. I consigli degli esperti, come utilizzare prodotti e cosmetici, come proteggere la pelle dal sole e dal freddo. Negli articoli del blog di Nomasvello tutto ruota intorno alla cura del proprio corpo e della propria pelle!
Acne nei giovani ma non soloi
Categoria Consigli      Venerdì 03 Giugno

Acne nei giovani ma non solo: parliamone!

L’acne è un’infiammazione dei follicoli pilosebacei che si mostra esteriormente sulla pelle attraverso i brufoli. Di solito interessa giovani e giovanissimi, in età adolescenziale. Tuttavia, può accadere che per diversi fattori legati allo stato di salute o all’alimentazione, possa verificarsi anche in età adulta.

La prima fase dell’acne è detta acne comedonica e prevede la formazione di comedoni, comunemente chiamati “punti neri”, che si trasformano nel tempo in papule o pustole, appunto i brufoli. Nelle condizioni più grave ci può essere anche la formazione di noduli o cisti, si parla in tal caso di acne cistica.

L’acne colpisce soprattutto le aree di volto, collo, torace e dorso.

 

Acne giovanile e tardiva

 

L’acne si distingue in acne giovanile o adolescenziale, che compare nella fase dello sviluppo ormonale e può guarire in questo periodo della vita o perdurare anche in età adulta e l’acne tardiva che compare nelle persone adulte anche se queste non ne hanno sofferto in età giovanile. In generale, in entrambi i casi, non si tratta di un disturbo grave ma potrebbe presentarsi in forme severe e interferire con la psiche di chi ne è affetto perché crea insicurezza e disagio. Un disagio molto maggiore se la comparsa avviene nella fase adolescenziale.

Sintomi e cause

La presenza di acne viene rivelata dalla comparsa dei punti neri, foruncoli, cisti o noduli su parti specifiche del corpo: viso, collo, torace e dorso. Le cause possono essere molteplici e dipendere dagli ormoni (acne giovanile), dalla familiarità, cioè   quando c’è una predisposizione a sviluppare questa infiammazione. Possono incidere anche fattori esterni come l’igiene personale, inquinamento ambientale, l’alimentazione disordinata e ricca di grassi e lo stress. Questi ultimi, in particolare, provocano l’aumento dell’acne, generando un circolo vizioso.

 

 S.o.s. cosa fare e cosa non fare?

In presenza di acne non è utile lavarsi spesso con tanto sapone, nel tentativo di eliminare il grasso prodotto dal sebo perché questo provoca un aumento della produzione di sebo e di conseguenza l’irritazione e quindi la presenza di acne. Occorre quindi detergere la pelle con prodotti specifici, magari consigliati da un dermatologo, non strofinare e non utilizzare saponi comuni.

Se l’infiammazione è particolarmente estesa, il sapone deve essere sostituito con una crema da lavaggio.

Un altro comportamento da evitare è quello dello schiacciamento dei punti neri o dei foruncoli, tendenza molto frequente, azione che contribuisce a diffondere maggiormente l’infiammazione e quindi ad aumentare la possibilità che si formino nuove cicatrici.

 

La cura

 

L’acne può essere curata con terapie topiche, cioè creme o unguenti indicate da un medico specialista e utilizzate localmente, a domicilio o anche in ambulatorio. Si può ricorrere anche alla terapia fotodinamica. Sui punti della pelle interessati dall’acne si applicano  unguenti foto-sensibilizzanti a base di acido 5 amino levulinico (ALA) e una successiva esposizione a una lampada a luce rossa che provoca una sterilizzazione del follicolo e la conseguente scomparsa dell’infezione. Ulteriore strumento è il laser a CO2 che agisce sulle cicatrici lasciate dall’acne sulla pelle.

 

Un rimedio contro l’insicurezza

Come anticipato, l’acne può agire non solo a livello fisico ma anche a livello psicologico creando disagio e insicurezza soprattutto in età adolescenziale. Macchie e brufoli tendono a modificate l’aspetto del viso, la pelle non appare liscia e omogenea e questa condizione può diventare fonte di grande malessere. Se questo malessere, in età adulta, non si avverte, in età adolescenziale può essere determinate per lo sviluppo psicofisico della persona. Il consiglio è sempre quello di pensare alla bellezza come unicità e non soffermarsi su queste piccole imperfezioni che possono sparire con l’ aiuto di un professionista e le giuste accortezze quotidiane.

Copyright © 2011-2022
Nomasvello Italy srl
P.iva: 11522931002
All rights reserved
         NOMASVELLO
powered by H.T. srl