Ceretta: 7 buoni motivi per evitarla

Data

Mercoledì 23 Maggio

Categoria

Depilazione

Ceretta: 7 buoni motivi per evitarla

La temperatura della ceretta sarà forse troppo elevata?

Quanta energia devo impiegare per lo strappo?

Questo dolore che provo, sarà normale? La ceretta potrà avere ripercussioni sulla pelle?

Ecco, sono queste le domande più comuni che qualsiasi donna o uomo si sarà sottoposto all’atto di preparare una ceretta per rimuovere i peli in eccesso.

La ceretta, nota dalla notte dei tempi, è un metodo che molti di noi considerano arcaico e grossolano. Ma non tutti sanno che, oltre a questo aspetto “rudimentale”, si celano veri e propri danni a carico della pelle che ne è sottoposta.

 

Danni da ceretta: quali possono essere?

Ci sono tante buone ragioni per le quali la ceretta fai da te andrebbe rigidamente evitata.

  1. È ad altissimo rischio di abrasioni;
  2. Crea fenomeni di sensibilizzazione della pelle;
  3. Favorisce la formazione di vene varicose e la rottura di capillari a causa dello strappo;
  4. Irrita tutta la pelleoltre al follicolo da cui esce il pelo;
  5. Non elimina i peli da ricrescita che non abbiano raggiunto una certa lunghezza;
  6. È costosa;
  7. Toglie l’abbronzatura, sempre a causa dello strappo.

 

Come evitare la ceretta dunque?

La soluzione per evitare questa carrellata di svantaggi è dietro l’angolo.

Essa porta il nome di luce pulsata. Questo metodo di depilazione è tutto il contrario della ceretta in quanto a caratteristiche ed effetti.

La luce pulsata è infatti estremamente delicata, personalizzata (essendo eseguita previa check-up), è sicura, conveniente e può essere eseguita anche sulla pelle abbronzata, in quanto non rimuove dalla pelle il colore da esposizione al sole.

Questa metodica di depilazione non irrita, non crea abrasioni, anzi, lascia la pelle liscia, riducendo la comparsa di vene varicose e di capillari fragili.

 

Gli irriducibili della ceretta fai da te dovranno ricredersi davanti ai risultati ottenuti dalla luce pulsata.

Data

Mercoledì 23 Maggio

Categoria

Depilazione

Ceretta: 7 buoni motivi per evitarla

La temperatura della ceretta sarà forse troppo elevata?

Quanta energia devo impiegare per lo strappo?

Questo dolore che provo, sarà normale? La ceretta potrà avere ripercussioni sulla pelle?

Ecco, sono queste le domande più comuni che qualsiasi donna o uomo si sarà sottoposto all’atto di preparare una ceretta per rimuovere i peli in eccesso.

La ceretta, nota dalla notte dei tempi, è un metodo che molti di noi considerano arcaico e grossolano. Ma non tutti sanno che, oltre a questo aspetto “rudimentale”, si celano veri e propri danni a carico della pelle che ne è sottoposta.

 

Danni da ceretta: quali possono essere?

Ci sono tante buone ragioni per le quali la ceretta fai da te andrebbe rigidamente evitata.

  1. È ad altissimo rischio di abrasioni;
  2. Crea fenomeni di sensibilizzazione della pelle;
  3. Favorisce la formazione di vene varicose e la rottura di capillari a causa dello strappo;
  4. Irrita tutta la pelleoltre al follicolo da cui esce il pelo;
  5. Non elimina i peli da ricrescita che non abbiano raggiunto una certa lunghezza;
  6. È costosa;
  7. Toglie l’abbronzatura, sempre a causa dello strappo.

 

Come evitare la ceretta dunque?

La soluzione per evitare questa carrellata di svantaggi è dietro l’angolo.

Essa porta il nome di luce pulsata. Questo metodo di depilazione è tutto il contrario della ceretta in quanto a caratteristiche ed effetti.

La luce pulsata è infatti estremamente delicata, personalizzata (essendo eseguita previa check-up), è sicura, conveniente e può essere eseguita anche sulla pelle abbronzata, in quanto non rimuove dalla pelle il colore da esposizione al sole.

Questa metodica di depilazione non irrita, non crea abrasioni, anzi, lascia la pelle liscia, riducendo la comparsa di vene varicose e di capillari fragili.

 

Gli irriducibili della ceretta fai da te dovranno ricredersi davanti ai risultati ottenuti dalla luce pulsata.